martedì 30 ottobre 2012

Mangio. Prego. Amo. (e leggo, che male non fa)

Leggo e osservo. Leggo e scrivo poco. Leggo e medito sui post in cui inciampo. Leggo e commento veloce dall'iPhone i blog salvati come preferiti: dall'autobus, dal sedile del passeggero dell'auto di Papà Gabbiano, dal divano la sera dopo aver messo l'antifurto e chiuso le persiane, persino da sotto le coperte.

E di cose da dire ce ne sarebbero, ma le mie giornate e i miei pensieri corrono veloci, troppo veloci per riuscire a fermarli. E poi è così importante trattenere il fiato per qualche secondo, imparare a tacere e ascoltare... atteggiamento che vorrei coltivare ma che fatico parecchio a mettere in pratica.

Secondo voi sono gli ormoni? O è il "mio" mondo a ruotare sempre più vorticosamente? O semplicemente son lenta io a stargli dietro? Chissà.

Il bello di cambiare prospettiva più spesso del solito è... vedere qualche passo oltre l'orizzonte intravisto solo ieri e annusare il profumo della novità. Magari fa meno paura. Magari non medito inutilmente, chissà.

PS il mio pensiero va oggi ad A., anima semplice che in tanti anni ho solo saputo incrociare. Buon viaggio verso la Luce, ovunque sia. E grazie per aver lasciato in dono a chi resta una luce che torna a filtrare, noi sappiamo bene quanto sia prezioso per chi rischia di rimanere al buio. Grazie.

8 commenti:

  1. Che bello il tuo messaggio di luce e speranza, e tu come stai? I primi mesi ho sempre avuto un sonno, ma un sonno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao kike e grazie, io bene, a giorni alterni a dire il vero. Sonno tanto, ma poco tempo per dormire per tanti motivi vabbè. Ma niente in confronto ai quattro e più mesi passati tra letto e divano aspettando Piccolo Uomo :)
      E domani sarò a 20 settimane, metà strada...sembra quasi vero :p

      Elimina
  2. Pensa che la mia seconda e' nata alla 34esima settimana...dai coraggio! Non strapazzarti!!

    RispondiElimina
  3. Ciao... Piacere di consocerti. Sono arrivata da te facendo zapping tra i blog... Io credo che sia nella normalità della situazione che stai vivendo... Quando aspettavo il secondo bimbo non potevo permettermi troppi alti e bassi perchè la principessa di casa era piccina (hanno 18 mesi di differenza l'uno dall'altra) ed ho fatto fatica a reprimere certe sensazioni altalenanti... non preoccuparti... sii positiva...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta!
      Grazie per i consigli, cercherò di metterli in pratica ma non prometto di riuscirci.
      18 mesi di differenza, gasp! Qui dovrebbero essere circa 30, mi dirai com'è.
      A presto!

      Elimina
  4. Oh sì: per la maggior parte é colpa degli ormoni.

    Poi passa.

    Ma magari anche no.
    A me non è più passata, ma ti diró: non ci vivo poi così male, anzi. Vedere il mondo sotto un'altra prospettiva ed essere più lenta di lui ha spesso dei piacevoli risvolti.
    Impari a vedere più in la.
    Impari a vedere cose che prima, correndo come corre il mondo, non vedevi.

    Quindi rimani seduta tranquilla e goditi lo spettacolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai fatto troppo ridere!
      " poi passa. Magari anche no", ah ah ah
      A sensazione direi che non so se passa, ma comunque forse non è un male.
      Hai presente la canzone della bella tartaruga?
      "andando piano lei trovo la felicità"

      Elimina

Ascoltare e raccontare, è un po' la stessa cosa. Bisogna essere disponibili, lasciare sempre l'immaginazione aperta (Antonio Tabucchi)